La società che gestisce il servizio di raccolta rifiuti del Comune di Formia è da oggi anche un'azienda cardioprotetta, essendosi dotata di un defibrillatore semiautomatico ed avendo fatto formazione a 10 dei suoi dipendenti sull'uso del dispositivo per il soccorso dei colleghi. Il costo del defibrillatore completo di teca, e del corso di formazione è stato di complessivi 1.790€.

 

Il defibrillatore è stato installato nella sede di via Santa Maria Cerquito mentre il percorso formativo, sebbene non obbligatorio ai sensi della normativa vigente in materia, si inserisce nel più ampio programma che Formia Rifiuti Zero porta avanti sui temi della salute e sicurezza delle persone nei luoghi di lavoro.

 

La Formia Rifiuti Zero intende, in tal modo, dare un forte segnale a tutti i lavoratori in merito all'importanza del rispetto del sistema di regole implementato per tutelare la propria salute in ogni attività svolta in ambito aziendale. L'obiettivo è da un lato la sensibilizzazione continua, dall'altro il tenere alto il livello di attenzione su tutte le attività e azioni consuetudinarie che, proprio per questa loro caratteristica, rappresentano le situazioni in cui potenzialmente possono sorgere i maggiori rischi.

 

"L'istallazione del defibrillatore costituisce un ulteriore passo avanti nelle azioni di responsabilità sociale della Formia Rifiuti Zero, orientate sempre più verso la salute e la sicurezza delle proprie persone e degli utenti del centro comunale di conferimento – commenta l'Amministratore Unico Raphael Rossi – Grazie a tale investimento e ai corsi di formazione si potrà intervenire tempestivamente in caso di arresto cardiaco, in quando i primi minuti sono decisivi per salvare una vita. Per questo, anche se l'attuale normativa non richiede la dotazione di defibrillatori, abbiamo deciso di dotarcene, nell'ottica di rendere il posto di lavoro più sicuro possibile".