Cresce il costo per conferire i rifiuti alla Rida Ambiente. Nei giorni scorsi, a seguito dei confronti tra la società di via Valcamonica e dalla direzione Politiche e Ambiente della Regione lazio, è stato rimodulata la nuova tariffa d'accesso che sale a 140,07 euro a tonnellata (oltre a Iva, benefit e adeguamento Istat) per i Comuni che conferiscono nell'impianto Tmb di via Valcamonica. E questo ciò che è stato deciso con la determina regionale del 26 febbraio al termine della procedura di revisione, costi già in vigore visto che è stata stabilita la retroattività a partire dal 1 gennaio 2019. Un aumento sensibile rispetto alla precedente tariffa del marzo 2015, che aveva fissato il costo sui 107,41 euro a tonnellata fissato per il triennio 2016-18.
Un prezzo che rischia di avere ripercussioni sulle «tasche» dei cittadini di Aprilia, in particolare sulla bolletta Tari dove - secondo la norma - devono essere coperti tutti i maggiori costi del servizio. In realtà, l'aumento reale per il Comune di Aprilia (tramite la partecipata Progetto Ambiente) non è così alto come quello riportato nella determina, visto che per via degli adeguamenti Istat la tariffa era già salita a 126 euro nel 2018 e 134 euro per i primi mesi del 2019, sempre al netto di Iva e benefit da calcolare. Ma si tratta comunque di un rincaro, sul quale l'amministrazione comunale sta seriamente pensando di prendere provvedimenti. Gli uffici comunali stanno infatti ragionando sull'opportunità di aumentare la Tari, caricando l'aumento sul saldo 2019. In questo caso sarebbe il secondo aumento in meno di 12 mesi. 

(LEGGI IL SERVIZIO COMPLETO SULL'EDIZIONE ODIERNA DI LATINA OGGI