Giostre in pieno centro? Addio. Ma solo dal 2020. Sarà questo infatti a quanto pare l'ultimo anno in cui il luna park monterà nel centro urbano. Lo ha deciso il Comune con una delibera di giunta che individua un'area ad hoc per ospitare giostre e circhi: un'area in zona San Martino, dove sorge il cantiere ormai abbandonato della piscina comunale e dove sta anche lo stadio Colavolpe.

Si tratta in realtà del recupero di un provvedimento che risale ad oltre 15 anni fa mai applicato perché proprio l'ecomostro lasciato appeso della piscina ha impedito l'individuazione di un'area sicura. Ora si è individuato un altro terreno di proprietà comunale, dove saranno dislocati tutti gli spettacoli viaggianti. Dal piazzale di viale Europa, causa mercato settimanale, andrà via il circo, per anni accolto proprio nel grande parcheggio. Da piazzale Stella Polare andranno via invece le giostre, da sempre collocate in estate a due passi dal porto e dal mare.

Ma, si diceva, c'è un ma. L'adozione della delibera soltanto in questi giorni impedisce che si possa partire già da questa estate. Il Comune ha dato disposizione al dirigente di dipartimento di predisporre gli atti per la messa in sicurezza dell'area di San Martino. Dunque, per quest'anno, tutto come prima, stessa spiaggia stesso mare. Se ne riparlerà nel 2020. Un rinvio, che dovrà essere ben motivato, se è vero che nella delibera di giunta, tra le ragioni che spingono a delocalizzare, ci sono « inconvenienti di salubrità dei luoghi che mal si conciliano con le esigenze della vita quotidiana dei cittadini residenti» e «esposti e/o denunce da parte di cittadini, con ulteriori problemi di ordine pubblico».