Nei giorni scorsi, la commissione Lavoro del Consiglio regionale del Lazio - presieduta da Eleonora Mattia (Pd) -, ha affrontato il delicato tema legato alla possibile chiusura della linea produttiva della Granarolo di Anzio, che potrebbe costare il posto di lavoro a 25 persone.

All'audizione erano presenti, oltre ai consiglieri regionali, anche l'assessore Claudio Di Berardino, il direttore delle risorse umane dell'azienda, i rappresentanti sindacali di Cgil e Uil, il vice sindaco di Anzio Danilo Fontana e il capogruppo locale del Pd, Anna Marracino.

«Siamo molto preoccupati - ha affermato la Mattia - anche per ciò che riguarda le conseguenze sull'indotto, considerato che l'azienda trasforma ogni giorno 700 quintali di latte». L'assessore Di Belardino, invece, ha sottolineato come occorra lavorare per cercare di una soluzione che non si limiti all'eventuale ricollocazione dei dipendenti.