Dopo gli ultimi atti vandalici, a Sabaudia si torna a parlare di videosorveglianza. Sono stati i residenti a chiedere al Comune d'intervenire con l'installazione di nuove telecamere per prevenire e fronteggiare situazioni spiacevoli come quelle che ormai da tempo si stanno verificando in città, dove continuano a comparire scritte offensive e diffamatorie. Sul tema è intervenuto il sindaco Giada Gervasi, che ha reso nota la pubblicazione del bando per la videosorveglianza. «Con la pubblicazione del bando di gara per la Videosorveglianza nei Borghi facciamo un ulteriore passo verso il miglioramento dell'attività di controllo e prevenzione sul territorio del nostro comune. La sicurezza dei cittadini è tra le priorità del nostro mandato». Parliamo di 31 telecamere che saranno installate in vari punti della città. Il piano prevede un investimento complessivo di 335mila euro, che sarà supportato da un contributo di 185mila euro (pari al 55% dell'opera) del Comune e i restanti 151mila euro sostenuti dal Ministero dell'Interno. «Il progetto sulla videosorveglianza – sottolinea il primo cittadino – sposa in pieno uno degli obiettivi primari di questa Amministrazione che, nell'ambito del progetto "Sabaudia più Sicura" ha già goduto di un finanziamento della Regione Lazio di cui siamo in attesa del rilascio delle autorizzazioni degli enti competenti per la messa in opera».