Migliaia di pratiche (oltre 1500) ancora ferme in attesa di una definizione, positiva o negativa che sia. È la situazione dei condoni edilizi nel Comune di San Felice Circeo, per i quali nei giorni scorsi è arrivata una delibera con cui la Giunta municipale esorta il caposettore a indire una procedura per incaricare dei tecnici esterni chiamati a esaminare le istanze. Si tratta di un problema che va avanti da anni. Anzi decenni. I condoni edilizi, infatti, risalgono al 1985, 1994 e 2003. In alcuni casi, insomma, parliamo di pratiche che sono sospese nel limbo della burocrazia da oltre trent'anni. E questo tutto ciò che ne consegue sia per i privati che per il Comune. Potrebbero esserci delle istanze improcedibili, ma sicuramente anche delle domande che saranno accolte, con relativi introiti.