Stanno già tornando e come ogni viaggio che lascia il segno, è risultato sempre troppo breve. Sono gli allievi dell'istituto professionale Filosi di Terracina, partiti con la guida dei professori Maria Rosaria Pesce (Inglese), Iris Juneia (Tedesco) e Emilio Aprea (chef) nell'ambito del mercatino dei prodotti tipici delle città gemellate, su richiesta del comitato Gemellaggi di Terracina. Cinque gli studenti del triennio selezionati in base al merito e alle competenze di lingua. Sono partiti Nicoletta De Bonis, quinto C, cucina, Federica Cantiello, quinto B, cucina, Aurora Lambertini, quarto F, pasticceria, Gurpreet Kaur, terzo F, accoglienza.

Gli studenti si sono cimentati in un vero e proprio piano di promozione dei prodotti del territorio, producendo materiale illustrativo in lingua su Terracina, eccellenze enogastronomiche del territorio, ricette tipiche. Il tutto, attraverso presentazioni ad hoc. Sono partiti l'11 aprile scorso e dopo aver visitato la cittadina di Bad Hoburg, il sabato hanno allestito gli stand presso il mercatino, per poi fare visita a Francoforte. Inutile dire che i tedeschi sono rimasti estasiati dalla cucina italiana, e ancor di più dalla cortesia, disponibilità, gentilezza degli allievi. 

A fornire i prodotti, alcune aziende locali tra le più rinomate: il vino della Cantina Sant'Andrea, l'olio del frantoio Orsini, i pelati Marasca, i liquori di DF Gocce, le ciambelline al vino moscato, le uova di pesce spada e i salumi di Azzola. Tutti produttori del territorio.

La sorpresa è stata ancora più grande quando l'evento è stato immortalato da una pagina del giornale locale, il quotidiano tedesco Tainus Zeitung che titola a tutte colonne: "Pasta und peperoni aus Terracina", dove peperoni sta per "al peperoncino". A segnalare il bel traguardo raggiunto con questo viaggio, la pagina Sei di Terracina se

Il viaggio è concluso ma è solo l'inizio. Ne hanno di strada fare, questi studenti.