Un mare "aperto" tutto l'anno, con servizi, eventi sportivi e di intrattenimento, un servizio di trasporto pubblico potenziato anche d'inverno. Questi gli obiettivi posti nella commissione congiunta Ambiente-Governo del territorio che si è svolta oggi in Comune a Latina.

L'incontro era stato richiesto dalla consigliera con mandato per la marina, Maria Grazia Ciolfi di Latina Bene Comune, perché Latina recepisse immediatamente gli indirizzi dati dalla Regione Lazio in tema di destagionalizzazione.

Chiarito un punto fondamentale per gli operatori balneari: in accordo con la legge finanziaria 2019, potranno evitare di smontare le strutture a fine stagione e lasciarle montate fino a dicembre 2020. Una soluzione temporanea che non confligge con le norme regionali e quindi può essere attuata anche nel capoluogo pontino. In commissione è stato dunque votato a favore di questa opportunità ed agli uffici, per i quali durante la seduta era presente il dirigente Bondì, è stato dato indirizzo di mettere a disposizione dei consiglieri un ventaglio che sia il più ampio possibile relativamente ai servizi legati alle attività collaterali alla balneazione anche nel periodo invernale. "Il senso di questa richiesta – spiega la consigliera Ciolfi – è quello di avere un quadro completo delle possibilità per fare la scelta più vantaggiosa per la città, al fine di valorizzare al massimo il litorale, in collaborazione con i balneari. Questa amministrazione si sta muovendo in favore dei cittadini e dei balnerai, che vuole aiutare con tutti gli strumenti normativi per una valorizzazione che dia respiro all'economia e rispetti l'ambiente. Questa innovazione consente di compiere un primo passo verso la destagionalizzazione, che resta una nostra priorità. Nel frattempo lavoriamo sul Pua, che va nella stessa direzione".

"Finalmente abbiamo un'occasione per iniziare a destagionalizzare – ha commentato Dario Bellini, presidente della commissione Ambiente - Offrire servizi per la cittadinanza anche in inverno significa dare un'opportunità all'economia del mare e si tratta di un indirizzo che il consiglio comunale all'unanimità già da anni vuole attuare. Ci ha fatto molto piacere la testimonianza di un operatore, al quale è stata data la parola in commissione: ci ha detto che dobbiamo cogliere questa occasione, ma anche che essa dovrà essere una scelta sostenibile, attraverso un'apertura ragionata delle attività".