L'amministrazione Terra impiega gli "ultimi soldi" a disposizione per il rifacimento di alcune delle principali strade centrali e periferiche, concentrandosi su quelle più usurate. Il piano di rifacimento del manto stradale licenziato con la delibera di giunta 53 del 10 aprile scorso prevederà l'impiego di 1 milione e mezzo di euro, l'ultimo mutuo che l'esecutivo potrà accendere per l'esercizio finanziario 2019 proprio per la messa in sicurezza con interventi sostanziosi o di modesta entità su 42 strade, che verranno ritoccate nelle porzioni più rovinate. 
La relazione tecnica a cura dell'architetto Pennini, individua le vie più malconce, divide le tipologie di intervento e le strade stesse in tre gruppi a seconda della gravità dell'usura del manto: più la situazione è grave, più il rifacimento è accurato, più salgono i costi.  La nomenclatura tipo 1 individua l'intervento più completo e prevede oltre al rifacimento dello strato di binder di 4 cm e dello strato di usura di 3 cm anche la posa in opera di uno strato di materiale geocomposto ad alta prestazione, con una rete in fibra di vetro e resistente all'acqua (antipumping), assicurata con una georesina. Il costo dell'intervento e di 39,74 euro a metro quadrato, ma poche strade saranno interessate e solo per tratti di poche centinaia di metri, corrispondenti alle parti più usurate. Della tipologia 1 fanno parte strade centrali come via Costantino, corso Giovanni XXIII e una piccola parte di via Matteotti; in periferia toccherà solo a Via della Valletta. Il tipo 2 prevede solo il ripristino di uno strato di binder (5 cm) e dello strato di usura di 3 centimetri. Costerà 31,83 euro a metro quadro e verranno interessati solo via Matteotti in centro, via delle Valli, via del Giglio, via dei Giardini, via Le Ferriere, via Fossignano, via Riserva Nuova e via Selciatella.  Il tipo 3 include interventi più superficiali, che contemplano la sola posa in opera di uno strato di usura di 3 centimetri, ma proprio l'intervento più economico (solo 13,67 euro a metro quadro) è quello previsto per il maggior numero di strade. L'asfalto verrà riposizionato con questo metodo in tratti di poche centinaia di metri di via Carroceto, via Augusto, via Carducci, via Cattaneo, via dei Mille, via Di Vittorio, via Vico, Via Deledda, via Bardi, via Fermi, via Grassi, via Guido Rossa, via Monteverdi, via Mascagni, via Napoli, via Inghilterra, via Sassari, via Scarlatti, via Torino, via Tiberio, via Verdi, via Venezia e via Volta e in periferia in via Apriliana Nord, via Isole, via Crati, via Poggio Valli, via del Commercio, via Guardapasso e via Mediana Cisterna.

...