Una corsa contro il tempo per arrivare pronti al grande evento sportivo del 15 maggio. Quel giorno, infatti, Terracina avrà gli occhi di novecento milioni di persone puntati addosso grazie alle 179 televisioni collegate da ogni parte del mondo per seguire la quinta tappa della 102esima edizione del Giro d'Italia di ciclismo che partirà da Frascati e che dopo 140 chilometri si concluderà all'ombra del Tempio di Giove sul traguardo di via Roma, per la precisione in piazza XXV Aprile, davanti al distributore dell'Eni. Nei cantieri disseminati in città si lavora a ritmo sostenuto e, dopo le festività pasquali, si registrerà l'accelerata finale per il ripristino delle strade. «Con priorità a quelle del tracciato della corsa - ha annunciato ieri l'assessore ai Lavori pubblici Luca Caringi -. In questo senso martedì ci incontreremo con il comandante della Polizia locale (Michele Orlando, ndr) per mettere a punto tutti i dettagli della viabilità. Entro la prima settimana di maggio verrà asfaltata piazza XXV Aprile che, dopo la tappa, verrà conclusa col marciapiede attorno al bar e con l'arredo urbano. L'organizzazione del Giro d'Italia ci ha chiesto espressamente di lasciare ampi spazi liberi davanti al traguardo per consentire l'allestimento delle tribune».
Nei giorni scorsi la Giunta ha anche approvato una delibera per il completamento dell'Appia (compreso il marciapiede all'altezza del Comando dei Carabinieri) e di un tratto di viale Circe. «Oltre all'Appia - ha aggiunto Caringi - verranno asfaltate subito via Cristoforo Colombo e via Friuli Venezia Giulia, dove transiterà la carovana di corridori per il tracciato interno, mentre a restare incompleta sarà via Badino, ma questo perché si tratta del cantiere più complesso per la lunghezza e per le abitazioni e le attività commerciali che costeggiano la strada. Garantiremo però il transito visto che il quartier tappa sarà in via Pantanelle».