Anche i consiglieri della lista Giusfredi rinunciano alle nomine degli scrutatori in vista delle prossime elezioni Europee. I consiglieri del gruppo, rispondendo all'appello di Aprillia Possibile, hanno deciso di non dare nessuna preferenza sui 38 nominativi che la commissione elettorale ha assegnato a tutte le forze di minoranza. "La commissione elettorale riunitasi lo scorso 2 maggio ha decretato, per le prossime elezioni, che nella nostra città verranno sorteggiati telematicamente uno scrutatore per ogni seggio e che i rimanenti verranno ancora nominati dai consiglieri comunali.  Quella della nomina - affermano i consiglieri Giorgio Giusfredi e Davide Zingaretti -  è una pratica che, a nostro parere, non garantisce imparzialità e trasparenza e per tale motivo aderiamo fortemente e con convinzione all'appello lanciato da "Aprilia Possibile" che ha correttamente richiamato ad un forte senso di responsabilità i consiglieri comunali chiedendo loro di non nominare scrutatori.  Il gruppo consiliare "Lista Civica Giusfredi", nelle figure di Giorgio Giusfredi e Davide Zingaretti, non nominerà alcuno scrutatore e invita anche gli altri gruppi consiliari a prendere tale decisione per far sì che si proceda con un sorteggio telematico per tutti gli scrutatori necessari. Trasparenza ed imparzialità devono essere fondamenta necessarie per questo ambito". 
In precedenza, proprio nel corso della commissione elettorale, anche la lista Terra tramite il consigliere Iacoangeli si era tirata fuori da questo sistema tra le file della maggioranza che invece potrà decidere 86 componenti di seggio: altri 30 saranno scelti direttamente dal primo cittadino mentre 52 scrutatori - per la prima volta  - saranno estratti tramite sorteggio.