Mancano otto giorni alla quinta tappa del Giro d'Italia che toccherà i Comuni pontini. Si tratta della Frascati-Terracina da 140 Km che taglierà in due la città di Latina arrivando fino al centro attraverso Borgo Podgora e Borgo Piave, per poi passare per borgo San Michele e arrivare a Sezze e Roccagorga approdando, infine, a Terracina. Un evento di grandi proporzioni che rappresenta una bella festa per lo sport, ma anche una grande responsabilità per le città che l'accolgono. Il Comune non ha ancora emesso un'ordinanza a differenza di Terracina e ne ha spiegato le ragioni nella commissione lavori pubblici l'assessore Emilio Ranieri. "Con l'aiuto della Prefettura e della Rcs sport organizzatrice dell'evento stiamo mettendo in campo un'organizzazione complessa e distribuita su più Comuni e stiamo predisponendo un piano della sicurezza con ordinanze specifiche per scuole e strade. Tutti faranno le proprie ordinanze ma verranno recepite da una unica a livello provinciale".

La viabilità

Verranno chiuse tutte le strade interessate dal percorso che taglia in due la città con ingresso da borgo Piave e interessamento di un largo tratto della circonvallazione passando per viale XXI aprile e per viale Cesare Augusto e via Don Torello fino al Piccarello verso Borgo San Michele. Saranno interdette anche alcune vie limitrofe. L'ordinanza della viabilità- assicurano dalla polizia locale – sarà emessa domani. Per vigilare sul traffico saranno impiegate 25 pattuglie della polizia locale sugli incroci più delicati lungo il percorso e saranno monitorati altri 200 punti in tutta la città.

Gli orari e le scuole

Il passaggio di circa 176 ciclisti avverrà tra le 15 e le 15 e 30 ma tre ore prima si terrà a Latina la E bike, una manifestazione cicloturistica con bici a pedalata assistita che si svolge in concomitanza con la corsa rosa su parte del percorso dei professionisti. Dunque non una ma due gare nello stesso giorno. Allo stadio si fermerà invece la caravona pubblictaria a servizio del Giro. Il Comune sta valutando se chiudere le scuole del tutto o prevedere un'uscita anticipata, come ha spiegato l'assessore in commissione, ma il comandante della polizia municipale Francesco Passaretti ha già scritto una nota ufficiale per chiedere la chiusura dei plessi, considerando che il blocco della città si verificherà già dalle dieci della mattina.

Interventi tappabuche sulle strade

E le buche? "Non vogliamo fare brutta figura ma vogliamo dare un'immagine al meglio del territorio" ha spiegato l'assessore specificando che gli interventi sulle strade per tappare buche e rifare l'asfalto, sia quelli che sono stati fatti sia quelli che si faranno ora a tempo di record, erano già previsti. Nessuna somma aggiuntiva spesa per l'occasione, insomma. "Da tempo le criticità sono state segnalate – ha detto Ranieri - e si interverrà in questi ultimi giorni anticipando la tempistica dell'accordo quadro sulle strade per fare interventi di manutenzione straordinaria". Gli interventi si faranno all'alba con strade chiuse (e ordinanze già emesse e presenti sull'albo pretorio dell'ente) a partire da Borgo Piave dal tratto della rotonda d'ingresso fino alla rotonda di via Vespucci (dalle 5 del mattino del 9 maggio e fino alla fine dei lavori), su Viale XXI aprile nel tratto tra via Don Minzoni e via Don Torello (dalle ore 5 di mattina del 9 maggio) su via La Marmora nel tratto tra via Cena e via Ferrucci (dalle ore 5 dell11 maggio), su via Don Torello nel tratto tra via dei Sicani e via Ponchielli (dalle 5 dell'11 maggio). La città dunque avrà davanti una settimana di passione ancora prima del Giro, perché in questi giorni e in queste strade saranno vietati transito e sosta fino alla fine dei lavori.