Il magazine "#Schoolmate" dell'Istituto comprensivo Giovanni Verga di Pontinia fa il pieno di premi. Dopo essere stato dichiarato tra i vincitori dall'Ordine nazionale dei giornalisti e selezionato tra i primi venti giornali scolastici d'Italia nell'ambito del concorso "Il giornale e i giornalismi nelle scuole", il magazine ha ottenuto altri due importanti riconoscimenti. Il primo a conclusione di un concorso regionale a cui hanno partecipato i ragazzi delle classi terze. Con un articolo sulle fake news e l'alimentazione, un'alunna ha ottenuto il terzo posto ed è stata premiata dalla giornalista di "Repubblica" Federica Angeli. L'evento si è svolto presso il liceo Alberti di Minturno, ente organizzatore del concorso. Il 17 maggio scorso la redazione di #Schoolmate, guidata dal docente referente del progetto, il prof. Francesco Avena, ha partecipato alla cerimonia di premiazione del concorso nazionale "Il miglior giornalino scolastico - Carmine Scianguetta", giunto alla sua XIX edizione e patrocinato dal Miur. La manifestazione si è svolta a Manocalzati, in provincia di Avellino. Al concorso hanno partecipato circa 400 progetti realizzati da alunni di ogni ordine e grado scolastico. La cerimonia ha visto la presenza di delegazioni di studenti arrivate da tutta Italia, da Trento a Trapani. Il magazine dell'istituto Verga ha ottenuto il primo premio nella categoria delle scuole secondarie di primo grado. «Il giornale in formato magazine - si legge nella motivazione della giuria - evidenzia competenze giornalistiche dei giovani studenti che scrivono della vita scolastica con sapienza, trasportando il lettore nella realtà da loro raccontata. Forte l'impatto delle immagini a corredo degli articoli scelti, trattati in modo interessante e approfondito che ritraggono con senso analitico la vita giovanile e le sue problematiche. Anche la sezione del Tempo libero è originale e professionale e attira la curiosità di chi legge». Il progetto #Schoolmate nasce su iniziativa della presidenza dell'istituto comprensivo Verga e conta su una redazione di venti alunni delle classi prime, seconde e terze della scuola secondaria di primo grado che frequentano il tempo prolungato.