È stato presentato presso il Centro socioculturale ‘Il Ponte' di Giulianello il progetto Meridiani, vincitore del bando regionale "Arte sui Cammini" finalizzato all'installazione di opere d'arte contemporanea lungo i Cammini della Spiritualità. Sono state In particolare presentate le opere di Francesco Arena, "Monolite diviso e distante (113 km)", e di Chiara Camoni, "Tra terra e cielo", che saranno collocate lungo la Francigena nel sud e che fanno parte del progetto.

 Francesco Arena ha illustrato personalmente la sua opera, che mette in relazione due contesti e luoghi storici differenti: da una parte il luogo reale in cui l'opera è installata, la via Francigena meridionale del Lazio creata dal cammino dei pellegrini nel corso di secoli; dall'altra il cammino che centinaia di migliaia di esseri umani compiono oggi in cerca di una vita migliore attraverso il Mediterraneo. Entrambi cammini di ricerca e speranza. L'opera è costituita da un monolite in bronzo diviso in due, una metà sarà installata sulla Francigena nel tratto che attraversa il Monumento Naturale lago di Giulianello (nel Comune di Cori) e l'altra lungo la Francigena meridionale nel Comune di Terracina, 113 km di distanza l'una dall'altra, la stessa che separa l'Africa dall'Europa. "Tra terra e cielo" di Chiara Camoni si compone invece di una pergola intarsiata e una pavimentazione in pietra: una piazzola di sosta (costruita con materiali raccolti nel bosco) per viaggiatori a piedi e a cavallo, dove persone e animali che transitano lungo la Francigena possano riposare e bere, uno spazio di socialità che invita a riappropriarsi della bellezza del paesaggio e si trasforma in un monumento dedicato alla natura.

 "L'area del Lago di Giulianello – così il sindaco di Cori Mauro De Lillis - è stata individuata come uno dei luoghi più belli e affascinanti del cammino della Francigena meridionale, dove verrà installata un'opera d'arte contemporanea come simbolo di tanta bellezza. Complimenti e grazie a chi ha contribuito all'iniziativa, vicina alla nostra visione di sviluppo sostenibile del territorio".

"L'auspicio – ha aggiunto l'assessore alla Cultura Paolo Fantini - è di continuare su questa strada. Quella della realizzazione di un parco artistico, come ce ne sono in altre zone d'Italia, è infatti una prospettiva si cui si potrebbe lavorare".

Il sindaco di Rocca Massima Angelo Tomei ha plaudito all'iniziativa, sostenendo tutti quegli interventi che possano "valorizzare il nostro territorio che merita di essere promosso".

Aristide Proietti, presidente del Comitato di gestione del Monumento naturale Lago di Giulianello, ha presentato il comitato nella sua composizione spiegandone gli importanti compiti mentre Eugenio Marchetti, staff Assessorato all'Ambiente del Comune di Cori, ha preannunciato l'installazione lungo il percorso che conduce al lago di colonnine dotate di QRcode che consentirà, tramite il cellulare, di ascoltare i canti delle ‘Donne di Giulianello'.

Tra gli altri interventi quello del consigliere regionale Salvatore La Penna, Stefano Sciarretta (GIA srl) e Raffaella Frascarelli (Nomas Production).

 Al termine della presentazione, ‘Le Donne di Giulianello' hanno condotto i presenti in una suggestiva passeggiata lungo le rive del lago accompagnata dai canti in endecasillabi nel dialetto locale, patrimonio immateriale sonoro che tiene in vita i legami con il passato di un territorio incantevole, dotato di una bellezza fuori dal tempo e solo in piccola parte antropizzato.