Qualche giorno fa il sindaco Damiano Coletta in un video messaggio su Facebook modello Salvini diceva di essere andato a fare un sopralluogo al mare e che era quasi tutti pronto per la stagione estiva. Siamo andati anche noi e siccome il mare non è solo la spiaggia (e anche lì la situazione è da mani nei capelli) ma anche i dintorni, fatti di servizi e svago, possiamo dire che di quasi pronto c'è proprio niente. Il parco Vasco da Gama di cui segnaliamo da mesi il degrado, è sempre invaso da erba alta e lasciato alla più totale incuria. La pista ciclabile di via Massaro si confonde con la vegetazione cresciuta rigogliosa e mai potata. Il meteo finalmente volge al bello e questo fine settimana il lido di Latina sarà preso d'assalto dai bagnanti. Ma oltre a fare il bagno e godersi la spiaggia, chi decide di andare sul lungomare del capoluogo può fare poco o altro gratis, perché il Comune, pur avendo la possibilità, non offre servizi all'altezza di un lido che si rispetti. Restano solo chioschi e stabilimenti, che sono privati. Il parco Vasco Da Gama, la ciclabile completamente abbandonati. Il campo di calcetto circondato dall'erba incolta. Rifiuti e detriti ovunque. Se a tutto questo aggiungiamo i soldi persi per migliorare arredi e non solo, è facile capire il disastro che abbiamo davanti.
Il portavoce comunale di Fratelli d'Italia Gianluca Di Cocco dice che «non serve nemmeno indignarsi ormai. Questi sono luoghi che vanno curati e protetti. Sono ben consapevole che noi italiani, da anni, siamo diseducati al rispetto del bene comune e che molti danni sono prodotti dai vandali e da chi non rispetta ciò che è di tutti. Ma ciò non toglie che la manutenzione ordinaria di queste strutture e di questi luoghi pubblici deve essere fatta constantemente, tutto l'anno. Ora siamo in piena stagione e siamo invasi dal degrado. Il parco Vasco Da Gama, la ciclabile di via Massaro, tutto abbandonato. Mi chiedo: dove possono passeggiare, giocare, divertirsi coloro che frequentano la marina? I nostri figli cosa devono fare? Un po' quello che è avvenuto ai giardinetti di Latina, un parco senza attrattive e in totale stato di abbandono. Perché dovremmo portare i nostri bambini in questi luoghi?».