L'annuncio in pompa magna era stato dato ai primi del 2019 ed entro il mese di marzo dovevano iniziare i tanto agognati lavori di ristrutturazione della biblioteca comunale di Latina. Ma dopo gli annunci dell'amministrazione comunale di Latina, i fatti latitano. La biblioteca è sempre lì, gli studenti anche, ma con in più la beffa di dover studiare senza il beneficio dell'impianto di climatizzazione perché, testuali parole dei responsabili della struttura, «non si possono accendere in quanto a breve inizieranno i lavori di ristrutturazione». Il confine tra il paradosso e la presa in giro è sottile. Anche perché la data d'inizio di codesti lavori è ignota.
Ad accendere i riflettori su questo ennesimo pasticcio targato Latina sono i ragazzi dell'associazione Generazione per Latina che qualche giorno fa hanno organizzato un incontro proprio nella sede dalla biblioteca per parlare con gli studenti. Incontro a cui doveva partecipare anche l'assessore ai Lavori pubblici Emilio Ranieri che però ha dato forfait per altri impegni. «Avremmo chiesto a Ranieri le motivazioni per lo spropositato ritardo nell'inizio dei lavori di ristrutturazione, i quali erano stati annunciati dall'amministrazione per i primi giorni di Marzo - afferma Cristiano Battistella di Generazione per Latina - In queste ultime settimane la situazione nei locali della Manuzio è diventata insostenibile. Agli studenti che per forza di cose lamentavano la temperatura torrida è stato risposto che il sistema di climatizzazione non sarebbe stato accesso a causa dell'imminente inizio dei lavori di ristrutturazione. Tralasciamo l'assurdità della risposta, ma la cosa paradossale è che non è stata mai definita una vera e propria data per questi lavori».
Stanco di questa situazione e sollecitato anche dai ragazzi costretti a studiare in pessime condizioni, Battistella quale responsabile della commissione Cultura del Forum dei Giovani del Comune di Latina, ha deciso di convocare una riunione straordinaria proprio presso la biblioteca comunale Aldo Manuzio per aprire un dibattito e raccogliere le istanze degli studenti che la vivono quotidianamente. «Ovviamente i ragazzi hanno sottolineato l'enorme difficoltà di studiare in una struttura priva di condizionatori d'aria». Ma non solo. «Altro aspetto che non ci convince di questa storia è l'annuncio arrivato dall'amministrazione comunale sulla soluzione temporanea quando la biblioteca sarà chiusa per lavori. E' stato pubblicamente detto che saranno a disposizione le biblioteche delle facoltà universitarie presenti in città. Una soluzione a nostro avviso assurda. Basta infatti conoscere la realtà delle università di Latina per sapere che le loro biblioteche sono già oggi stracolme e non possono ospitare anche gli utenti che quotidianamente frequentano la Manuzio. A nostro avviso esistono altre soluzioni possibili per ospitare temporaneamente gli studenti». In conclusione Battistella chiede all'amministrazione «di smetterla con questa incertezza e di indicare al più presto una data di inizio e soprattutto una data finale per i lavori di ristrutturazione della biblioteca comunale. E nel frattempo offrire agli studenti di Latina un luogo adatto in cui studiare».