Le denunce per estorsione ed usura nella Provincia di Latina si contano sulla punta delle dita. Numeri che traggono in inganno, quelli relativi a un fenomeno sommerso e diffuso anche nel nord della Provincia.
Dossier annuali e operazioni delle forze dell'ordine, segnalano un proliferare di episodi che le vittime non hanno mai trovato il coraggio di denunciare, anche a Cisterna e ad Aprilia, che Unimpresa indica come la città con i tassi d'interesse degli usurai più alti d'Italia - attestati a 1.075% l'anno. Strappare le persone sovraindebitate e a rischio dalla rete degli usurai, la missione che la Fondazione Wanda Vecchi intende portare avanti nei comuni di Cori (capofila), Aprilia e Cisterna grazie al finanziamento della Regione Lazio.
Oltre ad attivare sportelli di ascolto locali e mettere in rete i tre comuni grazie al prezioso supporto delle associazioni e dei Servizi Sociali dei territori, il ruolo della fondazione con il piano Per.Ter.Re sarà quello di offrire supporto concreto ai cittadini con problemi di debiti, che rischiano di perdere il proprio patrimonio o restare intrappolati nelle maglie degli usurai. «Il consolidamento dei debiti e della loro estinzione - aggiungono i referenti della Fondazione Wanda Vecchi - avviene grazie agli strumenti finanziari messi a disposizione dal fondo regionale e nazionale. La prima parte del progetto è servita per la formazione degli operatori sociali, tra cui Caritas e Croce rossa Italiana, preliminari alla fase dei colloqui, con ricevimento delle persone che si trovano in sovraindebitamento, segnalate da associazioni o dai servizi sociali dei tre comuni». Anche i diretti interessati potranno prendere contati con gli sportelli, componendo i numeri 0692018612 (Aprilia), 0696617267 (Cori) e 06966834315 (Cisterna).
La fase di analisi intanto ha rivelato un elevato numero di persone a rischio, la gran parte per colpa della diffusione del fenomeno delle ludopatie. «Il gioco è spesso motivo del sovraindebitamento - spiegano i referenti della Fondazione Wanda Vecchi - ma anche fattore di rischio».
Proprio a una platea sempre più ampia di persone sovraindebitate si rivolge l'impegno della fondazione, che nel corso dell'anno ha già effettuato 4930 colloqui, finanziato 1040 interventi, concedendo garanzie per 5 milioni 887 mila 393 euro, con un fondo di rotazione pari a 104 mila 616 euro. I casi risolti sono stati 1720. Prevenire è fondamentale proprio quando più difficile pare approntare strumenti efficaci di contrasto in realtà dove, come Aprilia e Cisterna la diffusione di attività illecite legate alla presenza della criminalità organizzata è un dato certificato dai vari report annuali. Se le denunce scarseggiano però, le attività di contrasto attecchiscono con difficoltà. Stando ai dati diffusi dalla Prefettura, nella città di Latina sono stati denunciati solo 3 casi di usura e 15 di estorsione denunciati nel 2016, 0 casi di usura tra il 2017 e il 2018, rispettivamente 11 e 4 quelli di estorsione. Poco più alti i numeri per quanto riguarda la Provincia di Latina, con 6 casi di usura denunciati nel 2016, 4 nel 2017 e 0 nel 2018, mentre si contano 57 casi di estorsione nel 2016, 61 nel 2017 e 12 denunciati fino al maggio del 2018.