La grana dei canoni enfiteutici "contesi" tra Priverno e Pontinia è arrivata a una svolta formalizzata in una recente delibera di Giunta varata dall'amministrazione Bilancia. Un punto di arrivo che è frutto di un lavoro che ha avuto origine con l'impegno - assunto anche in Consiglio comunale - dell'amministrazione comunale di Pontinia e che poi è stato portato avanti in sinergia tra i due enti. Ora, per chiarire ulteriormente gli aspetti con i proprietari interessati, il Comune di Pontinia ha organizzato un incontro congiunto con i professionisti incaricati per esaminare la problematica. L'appuntamento è per il 17 luglio alle 19 presso il ristorante "L'Arca" di via Migliara 53 sx.
Per riassumere, l'accordo trovato prevede una riduzione dei canoni e una dilazione dei tempi sui pagamenti richiesti. La riduzione del costo è del 20%, mentre la dilazione è fino a un massimo di cinque rate annuali (comunque non inferiori a 200 euro). Per chi ha già pagato, invece, sarà possibile chiedere il rimborso della maggior somma a partire dal prossimo anno.
L'intesa, si diceva, è frutto di un lavoro durato circa un anno, visto che i nuovi parametri stabiliti dal Comune di Priverno per la riscossione dei canoni risalgono a luglio del 2018. Da allora, l'amministrazione di Pontinia, ha incaricato l'ingegnere Giovanni Ferrarese e l'avvocato Giulia Rocco per verificare - si legge nell'avviso pubblicato ieri - la legittimità giuridica della richiesta e per effettuare anche una ricerca sull'esatta individuazione catastale dei terreni gravati da questi canoni. I professionisti, a marzo, hanno consegnato un parere in cui hanno evidenziato un «aumento indiscriminato dei costi» per l'affrancazione ed espresso la necessità di chiedere una pronuncia del commissariato per la liquidazione degli usi civici di Roma.
Il Comune di Priverno ha avviato un dialogo con la confinante Pontinia e nell'ultimo incontro si è arrivati alla svolta. Il 12 aprile, a Priverno, alla presenza del perito demaniale della Regione, del sindaco di Priverno Anna Maria Bilanca, del vicesindaco di Pontinia Patrizia Sperlonga, dell'avvocato Giulia Rocco e dell'ingegnere Giovanni Ferrarese, è stato siglato l'accordo che verrà illustrato nel dettaglio nell'incontro del 17 luglio.