Nico Piccinato classe 1932 uno dei commercianti più noti della città, ci ha lasciati all'età di 87 anni. Famoso per il suo banco al mercato e il negozio in via Corridoni che occupa l'intera strada. Si sono serviti da lui intere generazioni, il suo forte erano le stoffe, la biancheria, i corredi; nel suo negozio sono transitate migliaia di coppie che mettevano su famiglia, da Nico si poteva tutto, si acquistava sulla parola e poi a rate con calma si pagava il conto. Era noto per i suoi racconti della sua vita da commerciante, prime vendite fatte con la bicicletta con il fratello Achille in giro per i poderi. I viaggi in bici verso Milano per comprare le prime pezze di stoffa. Arrivato a Latina all'età di 1 mese, ultimo di 4 fratelli, la mamma vedova, alla quale il regime gli affidò il ruolo di portinaia al lotto 1 delle case popolari, da dove ha avuto origine l'intera città. La sua passione era vendere, che interpretava con grande maestria, il cliente per lui era sacro, andava accontentato a tutti i costi. Un'arte che ha trasmesso alla figlia Antonella che lo ha seguito fino alla fine. Sulla scena fino all'ultimo, qualche mese fa era ancora al banco al mercato e poi al negozio storico, aperto negli anni 50 alle case popolari. Un veneto doc, che lascia la città in punta di piedi, dove poco è rimasto in quel sogno della bonifica che aveva conosciuto da giovane.