Si sono conclusi i lavori di ripristino di 47 alloggi di edilizia residenziale pubblica collocati in diversi comuni della provincia e sono, conseguentemente, in corso le procedure di assegnazione da parte dei comuni interessati.

Questo il dettaglio:

Latina: 28 alloggi

Cori: 4 alloggi

Sezze: 2 alloggi

Aprilia: 4 alloggi

Priverno: 1 alloggio

Gaeta: 2 alloggi

Minturno: 2 alloggi

Formia: 2 alloggi

Terracina: 2 alloggi

Gli interventi sono stati finanziati dal Ministero delle Infrastrutture attraverso la Regione Lazio, ai sensi (art. 4 del D.L. 47/2014, decreto "Lupi"), per un importo di  700.000 euro. L'attività ha comportato un notevole impegno della struttura tecnica dell'Ater di Latina tenuto conto che i tempi di esecuzione previsti dalle procedure di finanziamento erano strettissimi. Per quanto riguardai 28 alloggi di Latina, va specificato che la loro disponibilità per lo più è riconducibile all'attività di contrasto e di prevenzione delle occupazioni abusive stabilita dal protocollo d'intesa stipulato con la Questura sin dal 2016 e tutt'ora operativo.

"In un momento storico in cui la carenza di finanziamenti per le nuove costruzioni è divenuta cronica -  afferma il Direttore Generale dell'Ater Paolo Ciampi - per aumentare l'offerta abitativa è strategico puntare sulla rotazione del patrimonio esistente per dare risposte almeno parziali ai cittadini che ne hanno diritto.

Al di là dell'impatto sociale, è fondamentale la diffusione sempre più capillare dei principi di legalità nella conduzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. In questo sono strategiche le sinergie in essere con la Questura di Latina ed in particolare con gli uffici della DIGOS, nonché, dell'intervento dell'Autorità Giudiziaria, cui va il nostro ringraziamento".

Il recupero degli alloggi del comune capoluogo è stato frutto infatti di recuperi coattivi mediante procedimenti giudiziali, di sequestri disposti dall'Autorità Giudiziaria, nonché di consegne spontanee. Particolarmente significative  le attività che messe in atto hanno costituito un forte elemento di prevenzione e deterrenza, finalità esplicitate nel protocollo Questura/Ater.

Nel  comune di Latina nel 2018 e 2019 non si sono registrate occupazioni abusive. "Tale dato, afferma Ciampi, non può rappresentare un punto di arrivo, bensì di partenza:  riteniamo questo un obiettivo strategico e prioritario della nostra attività e l'auspicio è di pervenire ad analoghi risultati anche in altri comuni del territorio provinciale. Ringrazio la Regione Lazio ed in particolare l'Assessore alle Politiche abitative, Urbanistica, Ciclo dei Rifiuti e impianti di trattamento, smaltimento e recupero Massimiliano Valeriani per aver messo a disposizione il finanziamento per gli interventi nonché la struttura interna per l'impegno messo in campo. Credo opportuno anche sottolineare il lavoro dell'intera struttura dell'Ater"