Un sistema di rete per valorizzare la figura di Menotti Garibaldi e la tenuta di famiglia di Carano. E' questo l'input che arriva dall'assessore alla Cultura, Elvis Martino, che in rappresentanza dell'amministrazione comunale ha partecipato alla cerimonia di commemorazione del politico e militare, primogenito dell'Eroe dei due Mondi, nell'anniversario della scomparsa (22 agosto 1903). E per l'occasione il delegato alla Cultura, sottolineando gli sforzi compiuti in questi anni dalla famiglia Ravizza-Garibaldi per recuperare e migliorare il posto, ha sottolineato la volontà della giunta Terra di investire nella valorizzazione della zona, attraverso un lavoro capillare con le scuole. «Possiamo fare molto con le scolaresche, soprattutto se pensiamo all'importanza delle figure del Risorgimento italiano, non solo a Menotti ma anche ad Anita Garibaldi. In questo senso il festival Osmosi che si terrà a novembre sarà incentrato sul ruolo della donna, con una particolare attenzione alla figura del territorio».
Ma a dare impulso alla valorizzazione di uno delle aree più importanti a livello storico di Aprilia potrebbe essere anche il gemellaggio con Mostardas, terra natale di Menotti Garibaldi. Un legame che si è rinsaldato in occasione del gemellaggio del ventennale, grazie all'impegno del comitato per il gemellaggio e alla disponibilità del Comune. «C'è un percorso di riscoperta storica che caratterizza un certo tipo di turismo. Un percorso - continua Martino - che riguarda Carano ma anche altri luoghi della città, penso al monumento dedicato al padre di Roger Waters e ai caduti senza nome durante la seconda guerra Mondiale. E sono convinto che bisogna cogliere queste opportunità. Per quanto riguarda la tenuta di Carano ci tengo ed elogiare il lavoro svolto in questi anni dalla famiglia Ravizza Garibaldi e credo che il modo migliore per promuovere questo sito sia creare un sistema di rete, coinvolgente intorno a un tavolo tutti gli attori interessati».