David De Filippis, l'ex revisore dei conti del Comune, diffida il sindaco Paola Villa, e contesta l'atto scaturito da una iniziativa diretta della prima cittadina, e deliberata dalla giunta comunale, avente oggetto l'intimazione e costituzione in mora inviato l'avvocatura per la restituzione la somma di 4milioni e 300mila euro per la vicenda del Multipiano "Aldo Moro".
Il professionista all'indomani della notifica dell'atto, si è rivolto al suo legale di fiducia, l'avvocato Luca Cupolino, per contestarne integralmente il contenuto.
L'intimazione e messa in mora a tutela dell'ente per il recupero della somma è stata notificata nei confronti di Benedetto Assaiante, Raffaele Manna, Amato La Mura, Erasmo Ciccolla, Giuseppe Treglia, Aldo Zangrillo, Giovanni Carpinelli - componenti della giunta Forte, ad esclusione dell'ex sindaco Michele Forte perchè deceduto -, Pasquale Russo, all'epoca segretario generale, Manzi Giuseppe, dirigente del settore economia del Comune e i tre revisori dei conti dell'epoca, Francesco Traversi, Lucia Macera e David De Filippis.