Facebook chiude le porte a CasaPound e a Forza Nuova. Proprio questo pomeriggio, il social network di Mark Zuckerberg, senza alcun preavviso ha rimosso le pagine del movimento e del partito di estrema destra, sia quella nazionale che quelle locali, e persino i profili privati dei referenti. Latina non è stata immune dal fenomeno. Non c'è più traccia della pagina CasaPound Latina, così come è scomparso il profilo di Marco Savastano, responsabile provinciale di CasaPound in provincia (il profilo che si trova attualmente su Facebook è stato creato a seguito della cancellazione di quello storico). Come spiegato da Facebook all'Ansa: «Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram».