A pochi giorni dal ritorno in aula, molte scuole di Latina non sono ancora del tutto pronte ad accogliere il rientro degli studenti. In diversi plessi permangono criticità non affrontate in maniera tempestiva che rischiano di penalizzare l'inizio dell'anno scolastico, problematiche alle quali ogni anno si cerca di porre rimedio in qualche modo mai però in maniera definitiva. Occorre scrivere la parola fine su tale metodo che va avanti da tempo e che non risolve i problemi, stop alle classiche "pezze" momentanee, perché il settore dell'istruzione rappresenta l'arma più importante per lo sviluppo presente e futuro non sono del territorio pontino ma dell'intera nazione. Il coordinatore cittadino della Lega Armando Valiani chiede il cambio di passo avanzando la ricetta giusta affinché le problematiche vengano risolto una volta per tutte: "Serve un piano straordinario di manutenzione e/o ristrutturazione degli edifici scolastici – sottolinea Valiani – che preveda, a rotazione, l'intervento sull'intero edificio scolastico, mantenendo chiaramente gli interventi in "emergenza". Questo consentirebbe, una volta entrati a regime, di ridurre al minimo i provvedimenti effettuati per emergenze, che sono molto costosi e solamente tampone, quindi non risolutivi. Un piano che abbia delle scadenze ben precise e degli obiettivi altrettanto chiari per consegnare ai nostri studenti, ai docenti e a tutto il personale scolastico, ambienti sicuri, sani e organizzati al meglio e consentire così uno sviluppo dei programmi senza intoppi".