Arrivano buone notizie per i dipendenti della Servizi Pubblici Locali Sezze spa, la società interamente partecipata del Comune di Sezze che si occupa, tra le altre cose, della gestione e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Sabato mattina, infatti, si è svolta all'interno della sede della società, in via Umberto I all'interno di Palazzo Rappini, una riunione tra l'azienda e le sigle sindacali che ha chiuso positivamente una vicenda che va avanti da mesi, quella del rispetto della legge Madia sulla stabilizzazione dei dipendenti. Sul tavolo la situazione dei lavoratori impegnati nel servizio del trasporto scolastico e nel Centro Tamantini, oltre a quelli che si occupano della farmacia comunale della SPL Sezze che, dopo anni di precariato, dal primo di ottobre saranno assunti a tempo indeterminato. Soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa proprio dalle stesse sigle sindacali: «A conclusione dell'incontro tra la Servizi Pubblici Locali Sezze e i sindacati possiamo dire che questa è una giornata importante. Per i lavoratori impegnati una pagina di precariato lunga dieci anni, per cui è stato necessario aprire un tavolo che ci ha visti attivi costantemente con un solo obiettivo: dare diritti e dignità ai lavoratori. In questi anni, le Segreterie di Fp Cgil Frosinone e Latina, Fit Cisl Latina e Felsa Latina - si legge ancora nella nota - sono sempre scesi in campo a fianco dei lavoratori e il risultato che è stato raggiunto ci rende tutti orgogliosi. I lavoratori non saranno più condizionati dalla scadenza del contratto e lavoreranno con maggiore serenità, continuando a mettere a servizio dell'utenza la professionalità a loro riconosciuta. Diamo atto - ha concluso la nota - che la loro stabilizzazione è frutto degli indirizzi dell'amministrazione comunale e del Presidente della SPL Sezze, che sin dal primo incontro hanno mostrato la volontà di stabilizzare i lavoratori». L'iter definitivo per il contratto che stabilizzerà i dipendenti prevede una riunione operativa con la società Tempor prevista per il prossimo 20 settembre, mentre il giorno successivo società e sindacati si incontreranno di nuovo per l'ultimo step della stabilizzazione, che si concluderà l'1 ottobre prossimo.