La decisione di non assegnare anche per quest'anno il campo parrocchiale di Campoverde all'associazione sportiva Greenfield United scuote la comunità del borgo e il mondo politico. Nelle ultime ore si sono moltiplicati i messaggi per chiedere un ripensamento al parroco della chiesa di San Pietro in Formis (proprietaria del campo), permettendo all'Asd di gestire l'impianto.
Ed anche il Pd di Aprilia, tramite il consigliere Vincenzo Giovannini, lancia un appello in tal senso. «Il campo sportivo - afferma - è sempre stato un importante luogo di aggregazione. Apprendere -che Don Andres non concederà lo spazio a un'associazione del posto, che svolge un importante funzione sociale, sta creando nella comunità un senso di disagio e di sconforto. Anche perché nel quartiere, oltre al campo sportivo, non ci sono altre strutture per fare sport: non c'è nemmeno una palestra. L'amministrazione comunale, tramite l'assessore ai Lavori Pubblici Luana Caporaso, aveva aperto un tavolo di confronto con la curia e la parrocchia per cercare una soluzione, facendosi anche carico dei problemi legati alla sicurezza. Purtroppo però tutto è finito con un nulla di fatto, perché il parroco non sembra intenzionato a fare l'accordo».
Perciò il consigliere del Pd di Aprilia, oltre a chiedere un ripensamento a Don Andres, invita la giunta Terra a riattivarsi per tentare un'ultima mediazione, che permetta di trovare un'intesa e restituire la struttura ai residenti di Campoverde. L'obiettivo dell'Asd Greenfield United, che in questi mesi aveva compiuto dei lavori di pulizia e di miglioramento nella speranza di poter usufruire, interventi che però non sono bastati per trovare un accordo visto che esistono ancora dei problemi sotto il profilo della sicurezza. «Bisogna tener conto - continua - di una situazione del genere: l'amministrazione e la parrocchia a mio avviso devono favorire attività di questo tipo, fondamentali per far crescere i giovani. Mi farò promotore affinché si riattivi il tavolo di confronto, sollecitando una nuova riunione che permetta di dare un servizio sociale a Campoverde».
L'invito del consigliere del Pd è stato raccolto dell'amministrazione che in serata ha diramato una nota per annunciare la volontà di mediare, rimarcando però gli insuccessi del passato. «Nei mesi scorsi - spiega l'assessore, Luana Caporaso - ci sono stati diversi incontri, dove la parrocchia ha fatto presente i numerosi problemi che l'impianto presenta sotto il piano della sicurezza, nonché la necessità di adeguate garanzie sull'uso e sulla ristrutturazione dell'impianto. Al momento, il percorso non è giunto ad esiti positivi, la nostra speranza è che riprenda un dialogo per giungere a una soluzione. Perciò ribadiamo la nostra disponibilità a vagliare, insieme alla parrocchia, tutte le strade che permettano l'uso del campo».