E' una esasperazione che non si può neanche più misurare quella dei residenti del quartiere Zodiaco di Anzio. Una zona da sempre difficile, ma che negli ultimi anni vive situazioni di degrado, abbandono e criminalità difficili da gestire e impossibili da sopportare. Oltre ai disservizi, quello che non è più accettabile è la presenza di famiglie di etnia rom che hanno occupato una palazzina della zona e rendono invivibile la vita degli altri residenti.
Tra sporcizia, barricate e allacci abusivi, c'è anche il terrore di avvicinarsi per le continue minacce e per la presenza di grossi e aggressivi cani molossi che presidiano gli ingressi dello stabile. Da tempo, poi, si è venuto a creare un vero e proprio cimitero delle auto con carcasse di vetture bruciate e abbandonate lì dopo essere state cannibalizzate. Numerose le denunce alle autorità, le segnalazioni anche al Comune di Anzio e le interrogazioni in Consiglio, ma per ora la situazione non sembra migliorare, anzi sembra completamente sfuggita di mano e ora i cittadini hanno deciso di scendere in piazza organizzando una manifestazione pacifica per far sentire la propria voce. «Il 22 settembre scorso il Direttivo del Coordinamento legalità presieduto da Carlo Di Paolo - hanno spiegato i cittadini - ha indetto una riunione con i rappresentanti delle palazzine del quartiere Zodiaco per far fronte all'emergenza sulla sicurezza e sul degrado della zona, visti anche gli ultimi episodi di violenza che si sono verificati. E adesso si sta decidendo di organizzare una manifestazione. Il Coordinamento già da tempo ha intrapreso opportune iniziative con le autorità, presentando un dettagliato esposto (allegato ad una petizione popolare), relativo sulla situazione in cui si vive nella zona. Situazione che è diventata insostenibile e senza il doveroso aiuto da parte delle istituzioni non si andrà da nessuna parte, anzi si rischierà di innescare reazioni incontrollabili da parte dei cittadini residenti, sempre più stanchi di quando sta accadendo. Al termine della riunione si è deciso di organizzare una manifestazione pacifica aperta a tutti i cittadini di Anzio con la collaborazione di altri quartieri sul territorio per richiamare l'attenzione delle istituzioni affinché si possa arrivare ad un confronto con i residenti e le istituzioni competenti per essere individuate ed adottati gli opportuni ed inderogabili provvedimenti necessari a garantire la sicurezza dei cittadini-residenti per riportare quella legalità nel nostro quartiere. Ringrazio tutti i partecipanti che sono intervenuti numerosi alla riunione , nonostante il maltempo».