"L'intervento delle forze dell'ordine in via Londra ad Aprilia, che ha portato al sequestro di due immobili di nostra proprietà – spiega Marco Fioravante, commissario dell'Ater di Latina - è frutto della concertazione che l'ente ha attivato da tempo con la Questura e la magistratura, si tratta di tutelare il patrimonio dell'ente e la legalità all'interno delle realtà che gestiamo. Un lavoro che intendo proseguire e, se possibile, incrementare".
" Siamo gestori di un patrimonio pubblico - ha continuato il commissario - e ne dobbiamo rispondere ai contribuenti. Colgo l'occasione del mio primo intervento dalla nomina a commissario per ringraziare la magistratura e le forze dell'ordine per il sostegno alla nostra azione di tutela della legalità e dei diritti degli aventi diritto, e naturalmente gli uffici per il lavoro che svolgono a sostegno di queste azioni"
"Vigilanza, rigore nella gestione del patrimonio e collaborazione con le altre istituzioni – ha concluso Fioravante - sono le linee guida su cui intendo far leva"
"La nostra azione si muove di concerto con le linee guida che l'assessore regionale alle politiche abitative, Massimiliano Valeriani, ha definito in un settore delicatissimo come quello delle politiche abitative nel Lazio dove i bisogni abitativi e nuove povertà rendono sempre più difficili le scelte"
Gli occupanti abusivi dei due immobili dell'Ater in via Londra sono stati indagati e gli immobili tornati alla disponibilità dell'ente, è stato intimato il rilascio degli immobili abusivamente occupati ad altre sette persone entro 30 giorni. Gli appartamenti verranno assegnati alle famiglie aventi diritto.