Nella serata di ieri, 2 ottobre, il diacono Vincenzo Balestrieri, vice cancelliere vescovile, tra pochi giorni 91 anni d'età, è tornato alla Casa del Padre. Il decesso è avvenuto presso l'Hospice Le Rose, a Latina, dopo alcuni giorni di ricovero a seguito di una malattia. I funerali, presieduti dal vescovo Mariano Crociata, si terranno domani 4 ottobre, alle 15, presso la chiesa dell'Immacolata a Latina.

Il vescovo Mariano Crociata ha subito espresso il suo cordoglio ai figli, ricordando poi come quella di Balestrieri sia stata una figura storica per la comunità ecclesiale pontina, non solo per il servizio nella sua parrocchia dell'Immacolata, a Latina, ma soprattutto per quello presso la Cancelleria vescovile, dove trattava le pratiche matrimoniali. Addirittura, fino circa dieci giorni fa, seppur provato nel fisico, è stato presente in ufficio.


Vincenzo Balestrieri è nato a Sezze il 16 novembre 1928. È stato ordinato diacono il 19 marzo 1983 dall'allora vescovo Mons. Enrico Romolo Compagnone ed è stato il primo diacono permanente della Diocesi di Latina e uno dei primi del Lazio (il secondo o il terzo). Da subito ha collaborato in Curia, come autista accompagnatore dei Vescovi, Compagnone, Pecile e Petrocchi, e nella Cancelleria vescovile, venendo nominato nel 1996 vice cancelliere. Negli ultimi anni è stato anche notaio-segretario del Tribunale ecclesiastico (fino al 2014). Inoltre, è stato Presidente dell'Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero dal 1997 al 2004 e poi vicepresidente e quindi consigliere fino al 2010. La moglie Maria è deceduta nel 2017 ed hanno avuti tre figli.