Il tribunale di Latina ha accettato la proposta di concordato presentata dalla Corden Pharma. Una buona notizia, dunque, per l'azienda pontina, che può continuare a operare al meglio rispettando il piano di rientro. In questi giorni gli incaricati del tribunale stanno valutando tutta la documentazione prodotta e se tutto coincide si va verso l'omologa ai primi di dicembre.
Il concordato porta con sé il piano di rientro del debito considerato fondamentale per il futuro dell'azienda. Procede con regolarità anche l'accordo sindacale firmato nei mesi scorsi che sarà sottoposto a nuova verifica, anche alla luce dei recenti sviluppi, il prossimo 24 ottobre.

In questo senso qualcosa di preoccupante per i sindacati c'è e al tavolo di confronto si cercherà di fare il punto della situazione. Uno dei punti dell'accordo era quello legato all'uscita volontaria dall'azienda da parte di alcuni lavoratori. Ma questo processo non sta andando secondo le previsioni e le richieste sono pochissime. L'azienda ha condotto una serie di colloqui finalizzati a trovare un accordo per la buonuscita in caso di licenziamenti senza opposizione. Ma il numero di persone che hanno accettato sono ancora molto poche.