I cittadini del consorzio La Gogna protestano contro i ritardi nell'attivazione del depuratore del Fosso della Moletta, un'opera attesa da oltre 20 anni nel quartiere. Questo pomeriggio infatti tantissimi residenti della borgate, sostenuto anche dagli abitanti del consorzio Le Salzare, si sono radunati sotto il Comune di Aprilia per protestare contro gli enormi ritardi che non permettono l'attivazione dell'impianto, ormai completato, e che pesano sull'economia di quelle famiglie che già dal 2016 hanno eseguito le pratiche di pre-allaccio agli impianti fognari ma che - da oltre due anni - continuano a dover pagare le spese per lo svuotamento dalla fossa biologica. A guidare la protesta il presidente del consorzio La Gogna, Silvano De Paolis, che ha chiesto un confronto con l'amministrazione comunale per avere delle spiegazioni in merito, ottenendo un confronto con l'assessore ai Lavori Pubblici Luana Caporaso. Presenti alla manifestazione anche i consiglieri Giorgio Giusfredi e Davide Zingaretti e l'ex vice sindaco di Aprilia, Franco Gabriele.