Il distaccamento della Polizia Ferroviaria non è più un miraggio per la stazione di Latina Scalo, grazie a un sindacato di Polizia che si è attivato presso i vertici dell'amministrazione della pubblica sicurezza per vagliare la possibilità di riportare gli uomini in divisa tra i binari del rincipale terminal di riferimento di una vasta area della provincia.
Fautori dell'iniziativa, sono i vertici di "LeS - Libertà e Sicurezza", che si sono attivati dopo avere constatato il colpevole immobilismo della politica locale. I lavori di ristrutturazione della stazione ferroviaria, infatti, costituiscono un'occasione irripetibile per avviare un tavolo di concertazione, tra gli enti interessati, proprio per sfruttare l'ottimizzazione degli spazi che ha permesso di liberare alcuni locali idonei per ospitare il posto di polizia. Presidio assente da molti anni, sebbene negli ultimi tempi il compartimento abbia intensificato i servizi di prevenzione lungo la tratta pontina.
Gli esponenti del sindacato LeS non si sono limitati a invocare l'apertura del distaccamento Polfer a Latina Scalo, ma hanno fatto molto di più, ottenendo un incontro col direttore centrale delle specialità della Polizia di Stato, il prefetto Armando Forgione. Incontro che si è svolto ieri, presso il Ministero dell'Interno, alla presenza dei vertici di LeS, ovvero il segretario generale Giovanni Iacoi, il segretario regionale Armando Riccardo e il coordinatore provinciale di Roma Luca Andrieri.
Nel corso del vertice con i sindacalisti, il prefetto Forgione ha valutato l'effettiva necessità che vive la stazione di Latina Scalo, sottoposta quotidianamente a un traffico di utenti, in entrata e in uscita, di circa 30.000 persone. Un volume che, inevitabilmente, espone il terminal e il territorio circostante a fenomeni criminali e più in generale a incombenze che gravano sulle forze di polizia locali, distogliendole dalle attività di controllo e prevenzione. Una situazione che ha spinto il prefetto Forgione a chiudere l'incontro con un impegno ben preciso: avviare la concertazione necessaria per trovare una soluzione.
Non tutti sanno che le tratte ferroviarie e le stazioni, sono esclusiva competenza della Polfer, "specialità" della Polizia che in provincia di Latina è presente solo a Formia, a parte Roma, con tutti i disagi che ne possono conseguire di natura logistica. Nello scalo pontino verrebbe aperto un distaccamento con orari d'ufficio, ma sarebbe un ottimo passo in avanti visto che consentirebbe di garantire un maggiore controllo sulla stazione nelle ore di punta, oltre a una rapidità d'intervento nei casi in cui la circolazione dei treni rischia il blocco.