Il consigliere regionale del Pd Salvatore La Penna traccia il bilancio degli interventi della Regione in seguito all'ondata di maltempo dell'ottobre 2018.
"Gli straordinari eventi meteorologici del 29 e 30 Ottobre 2018 - ricorda La Penna - hanno causato vittime, ingenti danni ad edifici pubblici, privati, aziende e coltivazioni. Una tragedia che difficilmente la nostra comunità provinciale riuscirà a rimuovere dalla memoria. Immediatamente, il 31 Ottobre, il Presidente Nicola Zingaretti aveva proclamato lo stato di calamità naturale per l'intero territorio della Regione Lazio, ai sensi della legge regionale 26 febbraio 2014.
Il Governo accolse la richiesta della Regione stanziando in prima battuta 3 milioni di euro derivanti dal Fondo per le Emergenze Nazionali: somme a disposizione dei primi interventi urgenti di protezione civile. Di questi 3 milioni, circa 1,3 milioni hanno riguardato 16 Comuni della nostra Provincia: Cori, Fondi, Maenza, Monte S.Biagio, Pontinia, Roccagorga, Sabaudia, Sezze, Sperlonga, Terracina, Itri, Latina, Priverno, SS.Cosma e Damiano, Sermoneta e Gaeta.

Ad oggi - prosegue il consigliere regionale Pd - sono stati concessi i seguenti finanziamenti per i danni alle strutture pubbliche della Provincia di Latina:
- con il Piano dei primi interventi urgenti, relativo ai primi 3 milioni assegnati al Commissario delegato, sono stati finanziati 125 interventi, riguardanti 11 Amministrazioni, per un importo complessivo di 1.298.568,61 euro;
- con i successivi Piani degli Investimenti, annualità 2019, sono stati finanziati 72 interventi, riguardanti 13 Amministrazioni, per un importo complessivo di2.788.543,18 euro.

Relativamente ai contributi e finanziamenti riconosciuti a privati, attività produttive ed aziende agricole della Provincia di Latina, sono previste due tipologie di misure ai sensi del DPCM 27.02.2019 e sono stati finanziati gli interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico ed idrogeologico nonché all'aumento del livello di resilienza delle strutture di proprietà privata.
All'Esito degli Avvisi Pubblici risulta quanto segue:

- Risultano ammesse 363 istanze (238 privati, 30 attività produttive e 95 aziende agricole), per un importo riconosciuto di 2.929.884,24 euro;
- ammesse ulteriori 276 istanze, di cui 15 ammesse con riserva (131 privati, 28 attività produttive e 117 attività agricole), per un importo riconosciuto di 8.041.161,58 euro .
Sono inoltre all'esame del Commissario Delegato altre istanze da valutare per un totale di circa 170 mila euro per titolari di attività economiche e produttive.
Continueremo a monitorare e a lavorare - conclude La Penna - affinché la sinergia fra livelli istituzionali diversi riesca a dare risposte utili a mitigare i danni e le sofferenze conseguenti ad avvenimenti di questa gravità. Le grandi questioni del dissesto idrogeologico, dell'ambiente e dei mutamenti climatici diventeranno sempre più centrali nei prossimi anni. La Regione Lazio è pronta, con azioni amministrative e buone pratiche, a raccogliere la sfida".