Il 25 novembre del 2018 alle 6.30 circa, sotto una pioggia battente non dissimile da quella di questi giorni, una voragine spacca in due la Pontina, al chilometro 97+700. Valter Donà e Vincenzo Labori, a bordo di una Fiat Tipo, sono diretti a Roma. L'auto è lì proprio mentre si apre la crepa. E precipita per 8 metri. Labori e Donà sono illesi, escono dall'auto, il primo riesce ad arrampicarsi e a uscire anche grazie all'ausilio di alcuni automobilisti. Valter Donà, 68 anni, attende che arrivino i soccorsi, è in piedi. Ma all'improvviso viene trascinato da un'ondata di piena del torrente. Scompare nell'acqua e non verrà più ritrovato.

Ad un anno esatto dall'assurda tragedia, restano la pioggia, oggi come ieri la stessa, e lo sgomento. La Pontina è stata ricostruita ed è diventata una Statale. Ma per i famigliari il tempo si è fermato. Attendono di conoscere una qualche verità...

L'articolo completo sull'edizione odierna di Latina Oggi