L'Amministrazione comunale può alzare i calici al cielo. Il Comune di Sabaudia ha infatti ottenuto dalla Regione Lazio il finanziamento del progetto presentato nell'ambito dell'avviso pubblico per la concessione di fondi per interventi di ristrutturazione e recupero dei beni confiscati alla criminalità organizzata utilizzandoli per finalità pubbliche e socialmente utili.
In particolare sono stati chiesti e ottenuti 35mila euro per l'unità immobiliare in Corso Vittorio Emanuele III. L'assegnazione del finanziamento è il riconoscimento del lavoro sinergico di tutta l'Amministrazione comunale volto al ripristino della legalità - ha commentato senza nascondere la soddisfazione il consigliere delegato Luca Danesin -. L'attivazione di un nuovo progetto in un immobile sottratto alla criminalità organizzata nel centro storico di Sabaudia, rappresenterà un segnale importante per tutta la comunità che potrà così fruire di un punto di aggregazione sociale. L'Amministrazione renderà inoltre disponibili i locali a tutte le realtà associative presenti sul territorio che ne facciano richiesta, al fine di stimolare la partecipazione di tutti gli attori interessati e coinvolti».
Il sindaco Giada Gervasi, così come annunciato nel Consiglio comunale dello scorso 19 novembre, sottoporrà alla prossima conferenza dei capigruppo un possibile progetto da condividere anche con la collaborazione di associazioni.