Il presidente della commissione Attività produttive di Latina Marco Capuccio replica alle accuse mosse dai consiglieri Giovanna Miele e Massimiliano Carnevale sullo stato del commercio a Latina. "Miele e Carnevale dicono almeno due ovvietà: che il sindaco ha in capo la delega alle Attività Produttive perché manca un assessore e l'altra è il fatto che manca personale al Comune di Latina. Entrambi i fatti sono arcinoti e, mentre sulla questione del personale si sta mano a mano intervenendo con le assunzioni, riguardo le deleghe del sindaco voglio ricordare che è sua prerogativa mantenerle per sé o affidarle ad una persona di fiducia - afferma Marco Capuccio, presidente commissione Attività Produttive - Per quanto mi riguarda, non ho dubbi nell'interesse del sindaco per questo delicato settore e sono certo che si potrebbe fare un buon lavoro sulla città sia con l'arrivo un assessore, sia nel caso in cui il sindaco decida diversamente. Per quanto dicono i consiglieri sul mio conto, con il pizzico di ironia che richiedono certe affermazioni, li rassicuro dicendo che sono perfettamente presente a me stesso e che lavoro secondo programmazione e in modo costante. Il fatto che le commissioni non vengano convocate a loro piacimento, è perché esse servono a dirci e decidere qualcosa di concreto per la città".