Uffici oberati, pratiche che si accumulano, emergenze che sovrastano altre emergenze mentre il personale si riduce ogni giorno di più. E lo sportello telematico non decolla. Ma dal 2020 si cambia musica. Il Comune ha deciso di imporre a partire da gennaio l'uso esclusivo dello strumento online per tutte le pratiche edilizie. In particolare affanno si trovano infatti i settori dell'urbanistica, dell'edilizia e del Suap. Invasi ogni giorno da richieste di permessi, Scia, occupazioni di suolo pubblico, e chi più ne ha più ne metta. Troppo davvero per il personale a disposizione. Ecco perché l'amministrazione comunale nei giorni scorsi ha scritto in delibera che dall'anno nuovo tutti i documenti destinati all'Unità di progetto - Sue, Suap, urbanistica e vigilanza edilizia dovranno essere inviati dai singoli cittadini e dalle imprese «obbligatoriamente ed esclusivamente in modalità telematica». Per i Suap, c'è il portale telematico apposito, che quasi per una beffa, si chiama "Impresa in un giorno" (www.impresainungiorno.gov.it) e che dovrebbe consentire, appunto, di aprire un'azienda in un solo giorno. Pura utopia.

Un problema da risolvere, soprattutto perché il personale è poco ed è impegnato anche in altro. Le numerose pratiche di richiesta dei ristori dopo i danni del maltempo hanno occupato moltissimo gli uffici, acquisendo una priorità assoluta viste le scadenze e il numero delle richieste. E poi, troppe pratiche cartacee, troppe file, troppi documenti che alimentano la burocrazia. C'è bisogno di un cambio di passo e a iniziare devono essere proprio le imprese e gli studi professionali ch si occupano di edilizia e urbanistica, che producono una grossa mole di documenti. Il Codice dell'amministrazione digitale è in vigore dal 2005. E l'obbligo delle istanze online a Terracina è del maggio del 2018 per l'edilizia residenziale. Solo che lo sportello telematico è poco utilizzato. Damaggio, solo poco più di 1800 sono gli atti che sono passati per il web. Circa due al giorno. Pochi. Così, dal 1 gennaio sarà «esclusa in maniera tassativa l'acquisizione di qualsiasi documentazione in formato cartaceo destinata all'Unità di Progetto - Sue, Suap, Urbanistica e Vigilanza edilizia» si legge. Unica eccezione, il materiale impossibile da inviare tramite lo sportello online.