Una medaglia alla memoria in arrivo per Giovanni Carlo, padre del cantante Vasco Rossi, imprigionato in un lager nazista dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 per aver detto no al nazismo. Mancano solo gli ultimi passaggi burocratici da parte della Prefettura di Modena, ma salvo sorprese già il prossimo 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, Novella Corsi, vedova del soldato e padre del celebre cantautore italiano, riceverà l'onorificenza assegnata con Decreto del Presidente della Repubblica in occasione della cerimonia che si terrà presso il Comune di Zocca. A occuparsi delle pratiche burocratiche necessarie a ottenere la medaglia alla memoria per conto della famiglia, Elisa Bonacini, presidente dell'associazione "Un ricordo per la pace", operativa negli anni non solo al fine di mantenere vivo il ricordo e ritrovare materialmente le spoglie dei soldati scomparsi in occasione della Seconda Guerra Mondiale, ma anche impegnata a premiare gli sforzi dei soldati impegnati in quelle battaglie e a ricordare dolori e sacrifici anche per promuovere un messaggio di pace. Dopo il determinante contributo reso per ricostruire la storia di Eric Fletcher Waters – culminato con la visita di Roger Waters ad Aprilia nel 2014 – Elisa Bonacini ha voluto restituire alla famiglia di Vasco Rossi l'onorificenza per gli anni di prigionia di Giovanni Carlo Rossi. "Era stato Vasco – spiega Elisa Bonacini -a raccontare sui social le vicissitudini del padre, deceduto nel 1979. Catturato dai tedeschi all'isola d'Elba il 17 settembre 1943 e deportato a Dortmund, costretto a lavorare per la Germania nazista. Riuscì a ricongiungersi con i famigliari solo nell'ottobre 1945. Vasco: il nome scelto dal padre "Carlino" per l'unico figlio in segno di gratitudine per il compagno di prigionia che gli aveva salvato la vita in Germania durante "il bombardamento finale".
Una storia che non era sfuggita all'attenzione dell'associazione apriliana. La presidente Elisa Bonacini a luglio scrisse una lettera pubblica a Vasco per invitarlo a chiedere la medaglia in memoria del padre e la richiesta, accolta positivamente dal cantante, ha dato inzio all'iter. "Se il Prefetto acconsentirà alla richiesta della famiglia – conclude la presidente dell'associazione Un Ricordo per la pace - la cerimonia potrebbe svolgersi presso il Municipio di Zocca, cittadina dell'appennino emiliano ove risiede la vedova, signora Novella Corsi, che qualche mese ha firmato l'istanza per la richiesta dell'onorificenza".