Differenziata? Servono azioni incisive per aumentare le percentuali del servizio e per offrire alla cittadinanza un paese pulito. Sembra essere questo lo spirito che da alcune settimane soprattutto anima l'amministrazione comunale di Sezze e, contestualmente, la Servizi Pubblici Locali Sezze spa, la società partecipata del Comune che cura questi aspetti quotidianamente.
Azioni concrete, alcune delle quali sono state già messe in pratica. Tra queste spiccano sicuramente le fototrappole, che finora hanno in qualche modo arginato il fenomeno dell'errato conferimento dei rifiuti. Poche le postazioni, ma i primi risultati sono stati incoraggianti e proseguire sembra la strada che ente e società intendono seguire. Un altro importante step è stato quello relativo all'adesione all'applicazione "Junker", che permetterà a molti utenti di avere un valido strumento per migliorare il servizio a partire dalla base.
Negli ultimi giorni, invece, si è tornati a parlare dell'organizzazione delle giornate ecologiche. La commissione consiliare "Ambiente" ha infatti stabilito di portare all'ordine del giorno la realizzazione di una giornata ecologica per il prossimo 23 febbraio. Nell'occasione ci si concentrerà sulla bonifica di un tratto della 156 Monti Lepini, l'area quasi completamente dismessa a vantaggio della nuova variante che però è diventata una sorta di discarica a cielo aperto. La sinergia tra Spl, operai del comune, Guardia Nazionale Ambientale, Protezione civile, cittadini volontari ed altre organizzazioni di volontariato dedite ai temi ambientali potrebbe essere efficace, anche se alla base dell'operazione ci sarà sempre la necessità di battersi affinché quelle zone interessate dagli interventi straordinari siano tenute pulite.
Sarà la quotidianità l'arma sulla quale puntare per evitare di trovarsi nuovamente nella situazione attuale e servirà una intensa attività di monitoraggio perché ciò accada e per avere un controllo maggiore anche sul resto del territorio, con alcune zone già individuate per le prossime iniziative. Il tutto in un'ottica a largo raggio, quella lanciata dallo stesso amministratore unico della Servizi Pubblici Locali, Gian Battista Rosella, nel corso della presentazione di Junker: arrivare al 31 dicembre di quest'anno ed avere la copertura del servizio di raccolta differenziata porta a porta nel 100% del territorio.
Solo allora si potrà avere un quadro chiaro della situazione e iniziare anche a ragionare sulla tariffa puntuale, finora rimasta oggettivamente un sogno nel cassetto.