La città di Nettuno ha deciso di dire "basta" ai circhi con gli animali.
Nel corso della seduta di Giunta celebrata ieri mattina, il sindaco Alessandro Coppola e i suoi assessori (assenti Roda e Tammone) hanno approvato una delibera attraverso cui si dà mandato al Consiglio comunale di approvare un regolamento che disciplini il settore "con particolare attenzione al divieto all'attendamento nel territorio comunale di circhi e mostre viaggianti con esemplari di animali selvatici o esotici al seguito" e al contempo - nelle more dell'ok al regolamento - si proclami un divieto all'attendamento dei circhi e delle mostre in questione.
La decisione è di quelle che fanno "rumore": negli anni, infatti, non sono mancate le polemiche in occasione dell'arrivo in città di circhi con animali al seguito, che tra l'altro hanno comunque trovato seguito e successo nella cittadinanza, come evidenziato anche nella delibera. Tali apprezzamenti, però, non sono bastati: "Ultimamente i circhi che utilizzano animali sono al centro di numerose critiche e polemiche, non solo da parte di organizzazioni o enti che si pongono a difesa degli animali e del loro sfruttamento, ma anche da buona parte di cittadini che hanno sviluppato una sensibilità tale da preferire spettacoli artistici che non utilizzano animali rispetto agli altri".
Ovviamente, c'è una precisazione: "Anche se prive di maltrattamenti e violenze - si legge ancora nel documento -, le condizioni di detenzione degli animali nei circhi vengono sempre più spesso identificate come non idonee anche da riconosciute autorità scientifiche in Europa e in tutto il mondo e sempre più paesi stanno portando avanti questa scelta di civiltà, bandendo gli animali dai circhi".
Infine, ma non per importanza, sindaco e assessori sottolineano come sul territorio comunale non ci siano "aree pubbliche per ospitare gli spettacoli viaggianti che hanno le caratteristiche utili a ospitare gli animali e assicurare loro adeguate condizioni di sicurezza, igiene e benessere".