Si allunga la lista dei possibili vaccini contro il Covid-19 e contemporaneamente, si potrebbero accorciare anche i tempi per averlo disponibile. La School of Medicine dell'Università di Pittsburgh ha annunciato di aver scoperto un possibile vaccino per la pandemia di coronavirus. Stando a quanto riportato dal sito specializzato "Upcm" i ricercatori avrebbero testato con successo il virus sugli animali.

 Secondo i ricercatori dell'Università Pittsburgh, il vaccino viene "somministrato attraverso un cerotto di aghi microscopici delle dimensioni di un dito" e "produce anticorpi specifici per SARS-CoV-2 in quantità ritenute sufficienti per neutralizzare il virus".

Uno studio sul potenziale vaccino è stato pubblicato su "EbioMedicine" di "Lancet", primo documento "peer-reviewed" che descrive un vaccino candidato per la Covid-19. L'Università di Pittsburgh afferma di aver iniziato a gettare le basi per un vaccino durante le precedenti epidemie di coronavirus.

 Dopo essere stato testato sui modelli murini, si è visto che il PittCoVacc ha generato una grande quantità di anticorpi contro il Sars-CoV-2, il tutto entro due settimane dall'applicazione del cerotto. I modelli animali non sono stati ancora valutati sul lungo termine, ma i ricercatori sottolineano come i topi ai quali è stato somministrato il vaccino contro il Mers-CoV hanno prodotto un livello sufficiente di anticorpi per neutralizzare il virus per almeno un anno, e finora i livelli di anticorpi nei modelli vaccinati contro il Sars-CoV-2 sembrano seguire lo stesso andamento.

Il prossimo passo, affermano i medici, sono gli studi clinici, che dovrebbero iniziare rapidamente a causa della natura della pandemia. I ricercatori dicono che non avrebbe bisogno di essere congelato o refrigerato, il che è utile per spedirlo in tutto il mondo.