Il progetto del consigliere della Lega di Nettuno, Antonio Biccari, volto a installare degli autovelox fissi lungo le strade più pericolose di Nettuno, ha trovato una sponda favorevole in Regione.

Infatti, dopo il via libera dello scorso anno, arrivato all'unanimità nella commissione comunale Lavori pubblici, in sede di approvazione della Legge di Stabilità regionale del 2020 è stato approvato un ordine del giorno attraverso cui la Pisana ha impegnato il presidente della Giunta regionale, Nicola Zingaretti, «a stanziare le risorse necessarie per favorire un sistema integrato di sicurezza stradale nell'ambito del territorio del Comune di Nettuno che prevede dissuasori di velocità ‘Autovelox fisso' e strumentazione professionale attigua alla sicurezza del personale ‘telecamera indossabile Bodycam T6'».

Chiaramente, è stato lo stesso Biccari a esprimere grande soddisfazione: «Finalmente Nettuno avrà il suo autovelox. In Regione Lazio - ha spiegato - è passato il mio progetto sull'installazione di un autovelox in via dei Frati e in più la polizia locale avrà in dotazione una telecamera indossabile Bodycam T6, fortemente voluta dall'assessore Marco Roda. Ringrazio tutta la commissione Lavori pubblici, l'assessore Marco Roda, l'assessore Luca Tammone, l'assessore Camilla Ludovisi e il senatore Rufa. Basta morti su quella strada».
Ora, dunque, non resta che attendere le mosse della Giunta regionale per vedere installato alla periferia di Nettuno l'autovelox fisso e per dotare la polizia locale di un importante strumento per il controllo del territorio ai fini della sicurezza.