Il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti è stato pubblicato sul sito del Ministero dell'Interno e sarà valido a partire dal 4 maggio 2020. Il Viminale spiega inoltre che saranno validi anche i modelli precedenti "barrando le voci non più attuali". Il modulo non ricomprende la dicitura "per trovare i congiunti" dal momento che rientra nella privacy. Anche se sprovvisti di modulo, lo stesso sarà consegnato dalle pattuglie delle forze dell'ordine al momento di un eventuale controllo.

Ecco come compilare il modulo:
1. Riempire tutti gli spazi sull'identità della persona che effettua lo spostamento.
2. Compilare l'indirizzo da cui è cominciato lo spostamento e quello di destinazione
3. riempire tutti gli spazi barrando la casella "situazione di necessità"
4. nello spazio "a questo riguardo dichiara che..." specificare che si tratta di una visita a un "congiunto" inserendo soltanto il grado di parentela ma non l'identità.

Scarica qui il pdf dell'autocertificazione