«Il lungomare di Sabaudia non si trasformi nella maratona di New York». Il sindaco Giada Gervasi ha rivolto un appello con un video Facebook alla cittadinanza affinché si continui a usare il buonsenso in questa "fase". Il primo cittadino ha ringraziato i cittadini per la solidarietà e per la grande attenzione alle misure di prevenzione che sono state adottate.

«È in questo modo che è stato possibile ridurre i casi di positività a Sabaudia – ha detto Gervasi – ma faccio alcuni appunti. Il 4 maggio non rappresenta un ritorno alla normalità. Saranno riaperte alcune aree chiuse, come il lungomare, per fare attività fisica.  Non sarà però possibile stazionare, fare il bagno, stare lì per leggere il giornale. Si devono evitare assembramenti e bisogna usare il buonsenso. Riaprono anche i cimiteri: potranno entrare trenta persone per volta, rispettando il distanziamento, per un massimo di trenta minuti». Tra le novità, anche la possibilità di poter fruire dei servizi di asporto garantiti dalle attività di somministrazione, ovviamente muniti di mascherine e rispettando il distanziamento sociale. Il sindaco ha chiesto ai cittadini di essere prudenti e di rispettare le indicazioni impartite, anche perché c'è il rischio concreto che un eventuale aumento dei contagi comporti nuovamente delle chiusure. «Stiamo studiando con i balneari delle soluzioni per andare al mare anche quest'anno e sono convinta che ci riusciremo, ma se ci sono dei comportamenti scorretti si rischia. Serve fare gioco di squadra. Capisco che cinquanta giorni in casa siano pesanti, ma mi appello al buonsenso di tutti in questa nuova fase».