Dopo lo stop dovuto all'emergenza covid 19, sono ripresi gli sfalci in città: dal 14 aprile gli operai delle ditte appaltatrici sono tornati al lavoro e stanno ultimando il primo giro dei parchi cittadini e delle aree verdi. Sta riprendendo in questi giorni anche il servizio del lotto scuole-borghi, dopo una temporanea interruzione dovuta a problemi con una ditta che è stata sostituita.

Gli sfalci inizieranno da lunedì anche sul lungomare e, sempre la settimana prossima, la pulizia di spiagge, lungomare e pista ciclabile lato Latina del porto-canale Rio Martino. Anche in questo caso il blocco imposto dall'emergenza covid ha fatto slittare in avanti di un mese circa l'inizio dei lavori.

Procedono anche i lavori di piantumazione in Viale Mazzini, con doppi filari di platani e lecci su ogni lato della strada che collega il centro con il tribunale. "Il progetto contribuisce a ricostruire un paesaggio urbano ombreggiato, gradevole alla vista, armonioso con il contesto storico urbano circostante e in continuità con le altre essenze del circondario" – spiega la consigliera con mandato del sindaco al Decoro, Loretta Isotton.

Settantacinque le piante messe a dimora: 45 di quercus ilex (leccio) e 30 piante di platanus acerifolia (platano comune). La piantumazione è arrivata dopo gli abbattimenti preventivi delle piante pericolanti e la cui instabilità era stata resa sempre più evidente dal forte maltempo abbattutosi lo scorso autunno su Latina, quando alcuni grossi alberi erano precipitati su auto e sede stradale.

"Abbattere gli alberi di Viale Mazzini è stata una scelta sofferta ma necessaria ed inevitabile - precisa Dario Bellini, capogruppo LBC - Abbiamo dovuto fare una scelta per la sicurezza dei cittadini, ma il nuovo volto dello storico viale, che proprio in questi giorni sta prendendo forma, sarà ancora più bello".

"Questo tratto di strada – conclude la consigliera di LBC – è molto popolato e frequentato: oltre alla vicinanza al centro cittadino e al tribunale, ci sono anche due istituti superiori con un gran numero di studenti, il Dante Alighieri e il Vittorio Veneto, il nostro primo pensiero è stato mettere in sicurezza la zona. Sono molto soddisfatta del risultato: il filare esterno sarà di sempreverdi, come era in precedenza con i pini, e riavremo il nostro boulevard ricco di ombre e diversità di verde. Il contratto con la ditta che ha svolto i lavori, inoltre, comprende anche le irrigazioni per il primo anno".
Il progetto è stato elaborato dall'arch. Maria Rita Damiani e dalla geometra Maura Nascimben, con la consulenza dell'agronomo Raffaele Felicello dell'Ufficio Decoro del Comune di Latina.