Una cerimonia diversa dalle altre quella con cui quest'anno sono state assegnate le Bandiere Blu, il vessillo che riconosce la qualità ambientale e delle acque delle località rivierasche. Nessun incontro ufficiale, bensì una diretta Facebook per comunicare i Comuni assegnatari del titolo. In provincia di Latina si tratta di Sperlonga, Gaeta, Sabaudia, San Felice Circeo, Latina, Terracina e Ventotene. Per la provincia di Roma, invece, Anzio e Trevignano Romano.


Il presidente della Fee (Fondazione per l'educazione ambientale) Claudio Mazza, nel corso dell'incontro virtuale, ha sottolineato come il vessillo quest'anno abbia un particolare valore e sia all'insegna della ripartenza e della ripresa. «Sono certo che i Comuni che ottengono da anni la Bandiera Blu avranno successo in questa stagione turistica molto particolare. Sono abituati ormai da anni a lavorare – ha detto – organizzandosi per la qualità, l'efficienza e la sicurezza».


A causa delle restrizioni imposte per l'emergenza coronavirus, di sicuro per gli operatori balneari sarà una stagione complessa, anche perché non mancano dubbi e incertezze attorno alle regole che dovranno essere rispettate sotto l'ombrellone e non solo. In tutti i Comuni in queste settimane ci si sta interrogando su come ripartire al meglio, coniugando la necessità di tutelare la salute dei cittadini con l'altrettanto fondamentale esigenza di salvaguardare il tessuto economico e sociale, già messo a dura prova dal covid-19.