“Circeo Futura”, lista civica in corsa alle prossime elezioni, ha inaugurato ieri la propria sede in viale Tittoni. Tanti i presenti e simpatizzanti che hanno preso parte all’iniziativa e a fare gli onori di casa è stato il consigliere comunale Giuseppe Schiboni, presidente dell’associazione ed ex sindaco di San Felice. Tra i presenti anche i consiglieri comunali Vincenzo Cerasoli e Monia Di Cosimo.
Nel corso dell’incontro il presidente di “Circeo Futura” ha anche iniziato a parlare delle proposte politiche che saranno inserite nel programma elettorale. Tra queste, particolare attenzione è stata rivolta alla cultura. In quest’ambito è stata inserita la proposta di espropriare l’hotel “Neanderthal” e dell’annesso sito archeologico. Un’idea già esposta al Comune tramite posta certificata.
«La proposta - fanno sapere da “Circeo Futura” - nasce dalla volontà di creare al Circeo un polo museale che possa ospitare beni archeologici di valore inestimabile e permettere finalmente di rendere fruibile il sito archeologico dove sono stati rinvenuti i resti dell'uomo di Neanderthal, la cosiddetta Grotta Guattari che riveste un’importanza internazionale. L’attuale struttura alberghiera potrebbe ospitare allo stesso tempo un’area museale dedicata alla mostra di Neanderthal, attualmente ubicata nel palazzo baronale ma scarsamente fruibile al pubblico a causa dell'esistenza di numerose barriere architettoniche, e anche una mostra permanente di rare collezioni “malacologiche” che purtroppo, pur essendo di proprietà dell’ente, attualmente giacciono all'interno di alcuni depositi comunali. La nuova struttura debitamente attrezzata, inoltre, potrebbe ospitare anche la biblioteca comunale, un centro congressuale e dei locali da adibire ad attività socio-culturali diventando così un luogo di aggregazione ed un polo culturale e un'attrazione turistica importante». «Questo - ha aggiunto Schiboni - è il primo punto del nostro programma elettorale».