Confiscata e abbandonata a se stessa. Questa la sorte toccata alla villa del Morrone, a due passi dal centro storico di San Felice Circeo. Un immobile di pregio che è stato acquisito dall’ente, ma che ad oggi ancora non è riuscito a trovare una nuova destinazione. Nel corso degli anni si è detto di tutto e di più. Prima una destinazione per attività sociali, poi un centro didattico dedicato all’uomo di Neanderthal con un percorso dal centro storico a Grotta Guattari. Nel concreto, invece, al di là delle parole non è stato fatto nulla. Anche perché la Regione ha bocciato quel progetto: presentava finalità a scopo di lucro non previste e la documentazione non era attinente. Dunque nulla da fare e l’immobile è rimasto abbandonato a se stesso. Tanto da essere stato preso di mira più volte dai soliti ignoti che hanno sottratto caditoie in rame e hanno danneggiato vetri e infissi. Il risultato è che per sistemare ora quest’immobile servono svariate centinaia di migliaia d’euro. E più passa il tempo più salgono i costi a causa dell’incuria. Un bene di pregio, insomma, che anziché essere riconsegnato alla collettività è stato abbandonato. E a questo punto sarebbe interessante leggere qualche iniziativa in merito anche nei programmi elettorali delle liste in corsa.