C’era chi di spaccio viveva e chi, pur giovane e senza troppa esperienza, provava a piazzarsi nel giro che conta, ritagliandosi un ruolo nel contesto criminale del sud pontino. È emerso dalle indagini e lo dimostra la frequenza con cui avvenivano gli scambi di sostanze stupefacenti ricostruiti dai carabinieri della Compagnia di Terracina nell’ambito dell’operazione “Melody”, sfociata in quindici arresti per spaccio di droga tra Terracina, Fondi, San Felice Circeo e Sperlonga. Blitz e perquisizioni, scattati all’alba di lunedì, si sono conclusi soltanto l’altra notte a quasi 24 ore di distanza dall’inizio delle attività che hanno visto impegnati 80 carabinieri, unità cinofili e un elicottero per il supporto aereo.

Concluse le operazioni l’altra notte col fermo
del 43enne di Fondi Rocco Coppolella
bloccato al casello autostradale di Frosinone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Contenuto sponsorizzato