Due i nuovi casi positivi al Coronavirus Covid-19 che si sono registrati ieri nella provincia di Latina: uno a Priverno e l'altro a Formia, anche se nel consueto report quotidiano dell'emergenza diffuso dalla Asl di Latina viene menzionato soltanto il primo che, secondo indiscrezioni, è attribuibile a un uomo che si sarebbe infettato in una clinica di Roma e in seguito ha effettuato la dialisi a Priverno. Il contagio di Formia, di cui si è avuta conferma soltanto in serata da ambiente ospedaliero, vede protagonista una donna.

Stando così le cose, i casi positivi complessivi salgono dunque a quota 527 (mentre la Asl, ovviamente, ne calcola uno in meno). I pazienti ricoverati sono 39 (25 quello accertati Covid al Goretti di Latina); i negativizzati (i pazienti inizialmente positivi e risultati negativi al terzo tampone) 392; i decessi 33 (anche qui ne segnaliamo uno in più rispetto alla Asl che non ha inserito l'uomo di Nettuno morto al Goretti nei giorni scorsi che è stato invece conteggiato nell'elenco della Asl Roma 6).

Resta sostanzialmente stabile, invece, la situazione sanitaria relativa all'emergenza Coronavirus sul territorio dei Castelli Romani e del litorale a sud di Roma.

In particolare, ieri i nuovi casi segnalati dalla Asl Roma 6 sono stati otto, il doppio del giorno precedente, ma comunque in quantità che sembrerebbe non destare particolare preoccupazione: con i nuovi positivi, il numero di chi ha contratto il virus dall'inizio della pandemia ha superato quota 1.300. Nello specifico, sono state 1.307 persone ad aver fatto i conti con il contagio.

Questo dato, lo ricordiamo, comprende sia gli attuali positivi che i deceduti e i guariti.

Le persone che hanno perso la vita "con" il Covid-19 restano 114: chiaramente, questo dato potrà essere confermato soltanto dopo le ulteriori verifiche dell'Istituto superiore di Sanità rispetto alla causa scatenante della morte. Al momento, infatti, è possibile dire soltanto che queste persone sono decedute "con" il Coronavirus.

Buone notizie, invece, arrivano sul fronte dei guariti: analizzando i dati del Seresmi, infatti, è stato possibile risalire a un numero preciso rispetto a chi ha sconfitto il Coronavirus. Le persone negativizzate che risiedono nel territorio della Asl Roma 6, infatti, sono 402: un numero importante, dunque, che dà contezza di come la battaglia contro questo virus possa essere vinta.